Autore: Dott.ssa Lucia Lonati
Medico Chirurgo, Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese
www.osteopatia-still.com

Trattamento delle gastriti in Agopuntura e Medicina Tradizionale Cinese

Il dolore allo stomaco, definito con il termine epigastralgia o gastralgia in medicina occidentale, è un sintomo molto comune che nel corso della vita può capitare di sperimentare con facilità.

Quando questa sensazione fastidiosa si presenta con frequenza, tuttavia, diviene necessario interpellare un medico per comprenderne le cause scatenanti e valutare le possibilità terapeutiche più idonee.

Delle patologie che possono condurre a questa sintomatologia, la più comune è la gastrite.

La gastrite è una infiammazione acuta o cronica della mucosa che riveste la cavità dello stomaco. Viene percepita come dolore con sensazione di peso, talvolta trafittivo o/e come sensazione di bruciore in prossimità delle regione gastrica, quindi nella parte superiore dell’addome tra la punta dello sterno e l’ombelico.

Il dolore può irradiarsi posteriormente al dorso, tra le scapole, e spesso può arrivare a coinvolgere, soprattutto se con sensazione di bruciore, la parte centrale e superiore del torace; può essere accompagnato da eruttazioni con distensione addominale, reflusso gastro-esofageo, diarrea, meteorismo, alitosi e vomito.

Quando l’infiammazione della mucosa perdura nel tempo ed è particolarmente aggressiva, in soggetti predisposti può insorgere un’ulcera peptica (se localizzata allo stomaco) o duodenale (se localizzata nel tratto di transizione tra intestino tenue e stomaco).

Un’ulcera sostanzialmente corrisponde ad una “ferita” rotondeggiante, profonda e sanguinante che interessa la parete dello stomaco in quasi la sua interezza; è necessario quindi un trattamento che riduca l’acidità dello stomaco (fisiologicamente molto alta) in modo da favorire la cicatrizzazione e la risoluzione della sintomatologia.

Infiammazioni e lesioni della mucosa gastro-duodenale, responsabili di gastriti ed ulcere, sono problematiche molto diffuse: circa il 70% degli adulti accusa frequentemente bruciori di stomaco e il 50% dei soggetti sopra i 45 anni soffre di gastriti croniche; inoltre, il 10% della popolazione, specialmente nella fascia d’età tra 30 e 50 anni, ha segni clinici di ulcera peptica, singola o multipla.

L’incidenza è maggiore nel sesso maschile (quattro volte più che nel sesso femminile); negli ultimi anni tuttavia si registra un aumento della casistica nelle donne.

 Le cause spesso sono multifattoriali: possono quindi scatenare infiammazione e susseguenti lesioni più fattori in associazione.

Cause frequenti di infiammazione della mucosa gastrica e duodenale sono infezioni (Helicobacter pylori), l’eccessiva assunzione di farmaci e sostanze di abuso (Farmaci Antinfiammatoi Non Steroidei – FANS, alcolici e superalcolici), abitudini alimentari non corrette, stress e fenomeni autoimmuni (gastrite atrofica).

La diagnosi viene posta mediante gastrosccopia e l’analisi istologica dei campioni di tessuto prelevati durante questo esame strumentale.

Il trattamento è convenzionalmente mirato alla causa, ma spesso comprende la soppressione acida tramite farmaci inibitori di pompa protonica (IPP o gastroprotettori in linguaggio comune) e, per l’infezione da Helicobacter pylori, terapia antibiotica specifica.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese, lo Stomaco è correlato strettamente a Milza/Pancreas nel costituire la Loggia della Terra. E’ quindi al centro della produzione e distribuzione dell’Energia che sostiene tutti i processi metabolici dell’organismo.

Milza e Stomaco sono – secondo la Medicina Tradizionale Cinese – tra loro in rapporto Interno/Esterno biao li: lo Stomaco provvede ad accogliere il cibo e a operare una prima trasformazione della materia in energia assimilabile; Milza-Pancreas sono responsabili invece del trasporto dell’essenza estratta da essi. Il fatto che in condizioni fisiologiche questa diade abbia un rapporto di mutua dipendenza significa altresì che in una situazione patologica si influenzino negativamente a vicenda.

Lo Stomaco è un Viscere, un organo cavo in contatto con l’esterno e in questo caso con la cavità orale tramite l’esofago e la faringe. Aspetto essenziale, poiché persino nella saggezza popolare insita nella nostra cultura è presente la raccomandazione di masticare con cura gli alimenti per trarne il massimo nutrimento e per digerire con facilità.

In agopuntura, ad esempio, il Canale energetico che compete allo Stomaco (Meridiano di Stomaco) presenta una diramazione profonda che raggiunge le arcate dentarie e la cavità orale, a suggello dell’importanza della masticazione nel processo digestivo.

Come per la Medicina convenzionale, anche in MTC gastrite e ulcera gastrica hanno in comune un sintomo, il dolore, sia pure con differenti caratterizzazioni. Per questa ragione le suddette patologie vengono definite dalla Medicina Tradizionale Cinese come “dolori alla cavità gastrica” o Wei Wantong.

Secondo questa Filosofia di Cura, i dolori epigastrici possono essere sintomo di molteplici disequilibri energetici, le cui cause spesso risiedono in stili di vita errati.

Tra i più frequenti si possono annoverare:

  • Fattori Patogeni Esterni (Vento, Freddo, Calore, Umidità e Secchezza) i fattori climatici , specie il Freddo e l’Umidità, possono invadere lo Stomaco direttamente. Poichè il Freddo contrae, può essere responsabile di dolori epigastrici acuti e severi, a colica e sovente a L’Umidità, spesso associata al Freddo o al Calore, a seconda della stagione, ostacola l’attività funzionale del Viscere provocando la comparsa di dolore sordo, nausea e un senso di peso e oppressione alla regione epigastrica.
  • Alimentazione scorretta: l’eccessivo consumo di cibo, vizio purtroppo  frequente nella società occidentale, può causare ristagno di sostanza e conseguente blocco delle funzioni proprie dello Stomaco. Per la Dietetica Cinese ogni alimento ha una natura intrinseca in grado di influire sulla funzionalità degli organi. Ne consegue che il cibo, se correttamente combinato, può essere considerato una terapia valida quanto quella farmacologica.
  • Stress emozionale: secondo la MTC ad ogni Organo e Viscere accoppiati corrispondono emozioni caratterizzanti che se non correttamente gestite possono ledere in modo particolare proprio l’essenza dell’Organo e Viscere stessi. Milza e Stomaco vengono profondamente indeboliti dal rimugino incessante, dalla preoccupazione, dal logorio mentale che consuma, dal pensiero ossessivo.
  • stato di affaticamento fisico e/o psichico: il lavoro eccessivo e lo sforzo fisico senza adeguato recupero dissipano fortemente l’essenza di Stomaco e Milza/Pancreas, soprattutto se protratti a lungo nel tempo.

L’agopuntura in tutto questo cosa può fare? Può aiutare a rimuovere la cause patogene che hanno portato al disequilibrio interno permettendo all’organismo di rigenerarsi autonomamente.

Attraverso l’azione diretta dell’ago si può modulare il Sistema Nervoso Autonomo che, tramite la iperstimolazione indotta dai fattori patogeni, produce il corollario sintomatologico caratterizzante le gastriti, soprattutto di origine psicosomatica (legate quindi all’emotività e allo stress).

Tramite la manipolazione di determinati punti, il terapeuta è in grado di sedare il dolore gastrico rilassando la muscolatura della parete dello Stomaco. Inoltre, l’agopuntura può aiutare a calmare la mente e alleviare il costante rimugino che lede così profondamente questo Viscere e la qualità di vita del paziente.

Con il tempo l’agopuntura produce un progressivo miglioramento che si stabilizza nel tempo: seduta dopo seduta, si costruisce una nuova consapevolezza, sopratutto se il paziente riesce a modificare quegli stili di vita che contribuiscono all’insorgenza della sintomatologia.

In termini di Dietetica Cinese, nel caso un paziente presenti disarmonie a livello della Loggia della Terra – e di conseguenza a carico dello Stomaco-  una alimentazione corretta dovrà necessariamente far parte del processo terapeutico, con importanza tale da essere paragonata per efficacia alla terapia con gli aghi (agopuntura).

Per prevenire l’insorgenza di questi disequilibri, infine, può essere utile inserire nella propria routine giornaliera le seguenti attenzioni, apparentemente banali ma potenzialmente di grande impatto sulla salute:

  • mangiare con calma, a piccoli bocconi, masticando con cura;
  • mangiare in un ambiente confortevole, evitando di esporsi al freddo e all’umidità durante la digestione;
  • evitare di lavorare o guardare la televisione mentre si consuma il pasto, in modo da concentrarsi sull’atto del nutrirsi;
  • scegliere alimenti di qualità, evitando o limitando il più possibile prodotti industriali e raffinati;
  • se possibile, consumare alimenti di stagione e locali;
  • assumere pasti a intervalli regolari evitando le abbuffate serali, non saltare la colazione;
  • la cena non andrebbe consumata oltre le ore 20 e preferibilmente evitando cibi elaborati e difficili da digerire;
  • mangiare in uno stato d’animo sereno;
  • evitare cambiamenti improvvisi di alimentazione/dieta;
  • non eccedere con l’attività fisica e gli sforzi dopo aver consumato un pasto (ledono lo Stomaco indebolendo la sua Energia);
  • evitare di introdurre continuamente cibo, lo Stomaco necessita di svuotarsi completamente prima di poter accogliere ed elaborare un nuovo pasto.

Condividi sui social:

Facebook
Twitter
LinkedIn

leggi gli ultimi articoli correlati

Pubblicato il 17/06/2022

CERVICO-BRACHIALGIA IN CLINICA OSTEOPATICA

Come fare se ci svegliamo la mattina con formicolii alla mano, riduzione della sensibilità e collo bloccato? Forse non è sempre colpa del materasso o del cuscino!   COSA …

Pubblicato il 14/03/2022

Estratto di Verdura: L’Arcobaleno nel bicchiere

Sempre più spesso osservo che adulti e bambini mangiano poca verdura, ne consegue un deficit di apporto in minerali e vitamine. Sappiamo che la verdura e la frutta neutralizzano …

Pubblicato il 02/03/2022

COLPO DI FRUSTA E GESTIONE OSTEOPATICA

INTRODUZIONE L’approccio convenzionale quando si presenta un paziente che è stato vittima di un incidente con colpo di frusta, è quello di immobilizzare la colonna cervicale con un collare …
L’intestino ha un ruolo fondamentale nella salute di tutto l’organismo e per le difese immunitarie. L’idroterapia del colon è un metodo per mantenere pulito l’intestino.
Dolore, infiammazione e limitazione del movimento sempre più spesso accompagnano le problematiche dell’apparato locomotore.
E’ un metodo naturale di cura che sfrutta le proprietà di questi due gas, miscelati in una precisa percentuale, per neutralizzare le tossine accumulate.
Il servizio di psicologia nasce dal desiderio di creare uno spazio sicuro e protetto in cui la persona possa portare la propria domanda di aiuto e sentirsi accolta.
La naturopatia è una disciplina che, attraverso metodi e trattamenti non invasivi, a carattere non sanitario, si propone di migliorare lo stato di benessere dell’individuo.
L’ortopedico è in grado di diagnosticare problemi congeniti o funzionali del sistema muscolo-scheletrico, dalle infezioni ai traumi, fratture, problemi degenerativi delle articolazioni, osteoprosi e tumori alle ossa.
Oggi pressoché qualsiasi problema sessuale maschile e molti problemi riproduttivi maschili possono essere risolti in maniera eccellente con un approccio specialistico personalizzato.
Il massaggio è la più antica terapia fisica, utilizzata nel tempo da differenti civiltà per alleviare dolori e decontrarre la muscolatura allontanando la fatica.
La Still è attenta all’importanza di una diagnosi accurata, al fine di impostare la terapia più adatta al caso.
La terapia infusionale consiste nella somministrazione di soluzioni e sostanze per via endovenosa allo scopo di migliorare le condizioni cliniche del paziente.
La terapia chelante viene utilizzata per trattare le intossicazioni croniche da metalli tossici alcuni dei quali sono detti “pesanti”, più comunemente accumulati nel corpo.
La mesoterapia è una tecnica di somministrazione dei farmaci per via intraepidermica, intradermica (superficiale e profonda) e sottocutanea.
La filosofia e la pratica della medicina osteopatica si basa sulla visione, oggi attualissima, dell’essere umano come unità di corpo, movimento e spirito.
Le cause profonde che nel tempo portano a varie malattie, tra cui l’obesità, il diabete e le malattie cardiovascolari, sono le stesse che portano a disturbi e infiammazione dell’apparato locomotore.
L’agopuntura è un’antica tecnica terapeutica che mediante l’infissione di aghi, monouso e sterili, stimola punti sulla superficie corporea. Ogni punto ha una peculiare funzione.
Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newslewtter

Iscrivendoti alla mailing list, autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali da parte di Still Osteopathic Clinics. Normativa sulla privacy

STILL OSTEOPATHIC CLINICS S.R.L.
Via Calzecchi Onesti 6
24124 Bergamo (Italia)

PER APPUNTAMENTI
Tel +39 035 36 22 80 • Fax +39 035 36 22 90
Email bergamo@osteopatia-still.com

Direttore Sanitario: Dott. Ezio Cestari • Autorizzazione Sanitaria: n.2688 del 15-01-1993

©2019 – Tutti i diritti riservati alla Still Osteopathic Clinics s.r.l. – IT10728550152 – Privacy PolicyCookie Policy  Sito realizzato da MOOD-D

Teleconsulenza Skype

Per coloro che vivono lontani, all’estero o che non riescono a raggiungerci per motivi di tempo, è attivo il servizio di teleconsulenza via Skype. Questo servizio ci permetterà di ascoltarvi e darvi pareri personalizzati sul quesito clinico, diagnostico e terapeutico.

Le consulenze possono essere svolte in italiano, inglese, francese e russo.

Per facilitare la comprensione del quadro clinico vi verrà chiesto di inoltrarci via mail tutta la vostra documentazione medica ( esami del sangue, ecografie, lastre, risonanze, referti di visite pregresse, ecc..) e un breve riassunto del problema per il quale state cercando una soluzione.

Potete richiedere una teleconsulenza compilando il modulo sottostante o contattando la nostra segreteria al n. +39035362280 o per email: bergamo@osteopatia-still.com

Richiesta Consulenza