Autore: Dr. Filip Dudal Osteopath D.O.
Institute for Functional Medicine Certified Practitioner (IFMCP) USA
www.osteopatia-still.com

In Vino Rubrum Sanitas

Caio Plinio Secondo, noto scrittore naturalista filosofo e governatore romano, coniò l’espressione: “In vino veritas, in aqua sanitas”, cioè nel vino c’è la verità, in acqua la salute.

Per quanto riguarda la salute però, c’è vino e vino. Quello rosso è salutare, a dosi ponderate, più dell’ acqua. La differenza la fa il Resveratrolo.

Cos’è il Resveratrolo ?

 E’ una sostanza fortemente anti-ossidante che fa parte della famiglia dei polifenoli. La sua azione permette di contrastare gli effetti dannosi dello stress ossidante. Impedisce così che i processi infiammatori, i ROS (Reactive Oxygen Species) e gli AGE’s (Advanced Glycation End Products) alterino la struttura del nostro DNA, dei nostri grassi e delle nostre proteine. In ultima analisi gli anti-ossidanti come il resveratrolo ci proteggono dalle malattie cardio-vascolari, neuro-degenerative e infiammatorie.

Diversi studi sul modello animale dimostrano che il resveratrolo stimola il gene SIRT-1 responsabile della produzione di Ossido Nitrico da parte dell’ endotelio vascolare. Il suo effetto è anti-coagulante, anti-ipertensivo, anti-aggregante e vaso-dilatatorio. Il resveratrolo impedisce anche la formazione del Colesterolo LDL ossidato (LDL-Ox) il quale com’è noto, partecipa alla formazione della placca ateromasica e dei trombi all’interno dei nostri vasi sanguigni. Ecco perché il resveratrolo è cardio-protettivo.

Quali sono i cibi che contengono più Resveratrolo ?

Fig 2: Il resveratrolo è contenuto nell’uva ma anche in altre specie vegetali.

Il resveratrolo, abbonda nelle bucce e nei semi dell’uva sia bianca che rossa. E’ contenuto anche nei frutti rossi come i mirtilli, i lamponi, le fragole e i ribes rossi. E’ presente in alcuni frutti secchi come le arachidi, i pistacchi e le noccioline, nella polvere di cacao e in alcune bacche come le more di gelso. Nella farmacopea cinese, coreana e giapponese il tè Itadori viene preparato da un infuso della radice essiccata di Poligonum Cuspidatum, ed è molto ricco in resveratrolo. Questo tè viene prescritto come rimedio nelle malattie cardio-vascolari e anche nel diabete e nella Sindrome dell’ Ovaio Policistico in quanto aumenta la sensibilità all’insulina.

Quanto Resveratrolo contiene il vino ?

Il vino rosso, a differenza del vino bianco, viene preparato grazie alla fermentazione di tutto il grappolo di uva, con le bucce degli acini,  gli steli e i semi. Per la preparazione del vino bianco, invece, questi ultimi componenti vengono rimossi e non verranno fermentati. Essendo il resveratrolo contenuto soprattutto nei semi e nelle bucce degli acini, va da sé che il vino rosso contiene molto più resveratrolo rispetto a quello bianco. Il contenuto in resveratrolo dipende anche dal metodo di lavorazione, più il succo rimane a contatto con le bucce, più alto sarà il contenuto in resveratrolo. Per fare il vino rosso la pressatura viene eseguita dopo la fermentazione, mentre per il vino bianco l’uva viene pressata prima della fermentazione. Il contenuto in resveratrolo viene comunque anche influenzato dal particolare “Terroir”, concetto francese che unisce il vitigno, l’ambiente e l’uomo.

Il vino rosso ne contiene dai 2 ai 12 mg / Litro, il vino bianco ne contiene dai 0,05 ai 1,80 mg /Litro e il succo d’uva rossa non fermentato ne contiene dai 1,10 ai 8,70 mg / Litro.

Qual è la varietà d’uva che contiene più Resveratrolo ?

L’uva che contiene più resveratrolo, grazie allo spessore maggiore della sua buccia, è la varietà Malbec, scritto anche Malbecq. Questa varietà, un tempo molto diffusa nel Bordolese, fu gradatamente abbandonata per la sua fragilità di fronte alle gelate e alla conseguente marcescenza. I viticultori preferirono piantare la varietà Merlot, più idonea al clima della regione. Tuttavia, il Malbec noto nella regione come “Auxerrois”, è stato mantenuto nella regione del Cahors ove il clima è più secco e dove il vitigno gode di un altitudine maggiore oltre che di un terreno più roccioso e calcareo. La maggior parte dei vini del Cahors vengono preparati a base di Malbec con aggiunta delle varietà Merlot e Tannat. Solo alcuni produttori producono un vino 100 % Malbec. La produzione più importante di vino a base di Malbec, che raggiunge 27.000 ha, si trova in Argentina nella zona di produzione Lujan de Cuyo de Mendoza. In generale, la totalità del vino Malbec è prodotto senza aggiunta di altre varietà.

Fig. 3: La varietà di uva Malbec è quella che contiene più resveratrolo.

Oggi in Italia vengono coltivati solo 1.000 ha. I vini a base di Malbec si producono in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Trentino Alto Adige, Abruzzo e Puglia.

I vini prodotti con il Malbec sono di un intenso rosso rubino con profumi di bosco, note di mirtillo, ciliegie e prugne. Se lasciati a maturare in legno, possono avere sentori di cannella o torba.

L’Amarone della Valpolicella, quanto Resveratrolo contiene ?

Il disciplinare per la produzione dell’Amarone Classico prevede i vitigni a bacca nera Corvina (45-95%), Corvinone (fino a 50%) e Rondinella (5-30%). L’Amarone é un vino secco e fermo di color rosso granato, rosso rubino intenso. I profumi sono quelli delle more, delle ciliegie sciroppate, della cannella, della noce moscata, del pepe nero e della liquirizia.

L’Amarone viene prodotto tramite fermentazione delle uve passite e questo finché vengono consumati tutti gli zuccheri. Il prolungamento della fermentazione permette al vino di incorporare una grande quantità di resveratrolo che si rivela tre volte superiore ad altri vini rossi italiani (4,4mg/L).

Conclusione

 Il vino rosso, grazie al suo alto tenore in resveratrolo, ha proprietà anti-ossidanti. Se bevuto con moderazione a dosi di un bicchiere al giorno, protegge da malattie cardio-vascolari, neuro-degenerative e infiammatorie. Per coloro che sono astemi o che non tollerano la frazione alcolica del vino, il tè Itadori è un’ottima fonte alternativa di risveratrolo. l vino è benefico per la salute ed è anche simbolo di gioia, di ebrezza, nello stare insieme così come è anche sinonimo di festa.

Bibliografia

Bertelli AA., Giovannini L., Giannessi D. Antiplatelet activity of synthetic and natural resveratrol in red wine – International Journal of Tissue Reactions, 1995

www.Quattrocalici.it – I Disciplinari delle Denominazioni di Origine

Ray PS, Maulik G, Cordis GA, Bertelli AAE – The red wine antioxidant resveratrol protects isolated rat hearts from ischemia reperfusion injury. Free Radical Biology, 1999, Elsevier

Savaskan E, Olivieri G, Meier F, Seifritz E., Red Wine ingredient resveratrol protects from Beta-amyloid neurotoxicity. Gerontology, 2003

Wang, Z, Huang Y, Cao K, Effects of red wine and wine polyphenol resveratrol on platelet aggregation in vivo and in vitro – Journal of Molecular Medicine, Jan. 2002

www.winedharma.com – Malbec: vino, vitigno, storia e caratteristiche del Re dei Mendoza

Zou JG., Wang ZR., Effect of red wine and wine polyphenol resveratrol on endothelial function in hypercholesterolemic rabbits International Journal of Molecular Medicine, 2003.

Condividi sui social:

Facebook
Twitter
LinkedIn

leggi gli ultimi articoli correlati

Pubblicato il 15/09/2022

DOLORE AL GINOCCHIO: CAUSE E SOLUZIONI

  Diverse sono le cause che possono provocare un dolore al ginocchio. Queste sono divisibili in quattro categorie: Strutture meccaniche Metabolismo Patologie Emozioni   La prima categoria da considerare …

Pubblicato il 17/06/2022

CERVICO-BRACHIALGIA IN CLINICA OSTEOPATICA

Come fare se ci svegliamo la mattina con formicolii alla mano, riduzione della sensibilità e collo bloccato? Forse non è sempre colpa del materasso o del cuscino!   COSA …

Pubblicato il 14/03/2022

Estratto di Verdura: L’Arcobaleno nel bicchiere

Sempre più spesso osservo che adulti e bambini mangiano poca verdura, ne consegue un deficit di apporto in minerali e vitamine. Sappiamo che la verdura e la frutta neutralizzano …
Oggi pressoché qualsiasi problema sessuale maschile e molti problemi riproduttivi maschili possono essere risolti in maniera eccellente con un approccio specialistico personalizzato.
La terapia infusionale consiste nella somministrazione di soluzioni e sostanze per via endovenosa allo scopo di migliorare le condizioni cliniche del paziente.
La Still è attenta all’importanza di una diagnosi accurata, al fine di impostare la terapia più adatta al caso.
La terapia chelante viene utilizzata per trattare le intossicazioni croniche da metalli tossici alcuni dei quali sono detti “pesanti”, più comunemente accumulati nel corpo.
Dolore, infiammazione e limitazione del movimento sempre più spesso accompagnano le problematiche dell’apparato locomotore.
L’intestino ha un ruolo fondamentale nella salute di tutto l’organismo e per le difese immunitarie. L’idroterapia del colon è un metodo per mantenere pulito l’intestino.
L’agopuntura è un’antica tecnica terapeutica che mediante l’infissione di aghi, monouso e sterili, stimola punti sulla superficie corporea. Ogni punto ha una peculiare funzione.
Il massaggio è la più antica terapia fisica, utilizzata nel tempo da differenti civiltà per alleviare dolori e decontrarre la muscolatura allontanando la fatica.
La naturopatia è una disciplina che, attraverso metodi e trattamenti non invasivi, a carattere non sanitario, si propone di migliorare lo stato di benessere dell’individuo.
La mesoterapia è una tecnica di somministrazione dei farmaci per via intraepidermica, intradermica (superficiale e profonda) e sottocutanea.
E’ un metodo naturale di cura che sfrutta le proprietà di questi due gas, miscelati in una precisa percentuale, per neutralizzare le tossine accumulate.
Le cause profonde che nel tempo portano a varie malattie, tra cui l’obesità, il diabete e le malattie cardiovascolari, sono le stesse che portano a disturbi e infiammazione dell’apparato locomotore.
Il servizio di psicologia nasce dal desiderio di creare uno spazio sicuro e protetto in cui la persona possa portare la propria domanda di aiuto e sentirsi accolta.
La filosofia e la pratica della medicina osteopatica si basa sulla visione, oggi attualissima, dell’essere umano come unità di corpo, movimento e spirito.
L’ortopedico è in grado di diagnosticare problemi congeniti o funzionali del sistema muscolo-scheletrico, dalle infezioni ai traumi, fratture, problemi degenerativi delle articolazioni, osteoprosi e tumori alle ossa.
Precedente
Successivo

Iscriviti alla Newslewtter

Iscrivendoti alla mailing list, autorizzi il trattamento dei tuoi dati personali da parte di Still Osteopathic Clinics. Normativa sulla privacy

STILL OSTEOPATHIC CLINICS S.R.L.
Via Calzecchi Onesti 6
24124 Bergamo (Italia)

PER APPUNTAMENTI
Tel +39 035 36 22 80 • Fax +39 035 36 22 90
Email bergamo@osteopatia-still.com

Direttore Sanitario: Dott. Ezio Cestari • Autorizzazione Sanitaria: n.2688 del 15-01-1993

©2019 – Tutti i diritti riservati alla Still Osteopathic Clinics s.r.l. – IT10728550152 – Privacy PolicyCookie Policy  Sito realizzato da MOOD-D

Teleconsulenza Skype

Per coloro che vivono lontani, all’estero o che non riescono a raggiungerci per motivi di tempo, è attivo il servizio di teleconsulenza via Skype. Questo servizio ci permetterà di ascoltarvi e darvi pareri personalizzati sul quesito clinico, diagnostico e terapeutico.

Le consulenze possono essere svolte in italiano, inglese, francese e russo.

Per facilitare la comprensione del quadro clinico vi verrà chiesto di inoltrarci via mail tutta la vostra documentazione medica ( esami del sangue, ecografie, lastre, risonanze, referti di visite pregresse, ecc..) e un breve riassunto del problema per il quale state cercando una soluzione.

Potete richiedere una teleconsulenza compilando il modulo sottostante o contattando la nostra segreteria al n. +39035362280 o per email: bergamo@osteopatia-still.com

Richiesta Consulenza